sabato, maggio 13, 2006

Atto XVII

Oggi si parla di di spensierata fanciullezza, di politica e di religione, ovvero:

Babbo Natale, Marx & Dio; le tre facce della stessa medaglia.


Babbo Na
tale. Carl Marx. Dio. Tre, ormai, simboli così distanti, ma che proprio in questa distanza vedono rafforzarsi la propria analogia. Intere schiere generazionali aduse e confuse da i mali e i beni del mondo hanno cercato un rifugio in un personaggio che destasse loro quella calma interiore che solo la fede nell’impalpabile può dare. Ecco perché, ormai da dieci anni, sostengo questa tesi: Babbo Natale, Marx & Dio sono la stessa persona. E ne ho le prove!

1- I TRE hanno entrambi il naso rubizzo di chi sta per crollare a terra cantando canzonacce dopo una notte di bisboccia;

2- I TRE sono vecchissimi e con capelli bianchi e la barba lunga;

3- Dei TRE non esiste una foto in età infantile o adolescenziale o prepuberale che dir si voglia e nessuno li sa descrivere fisicamente prima della loro maturità sessuale;

4- I TRE rappresentano tre stadi diversi della vita umana: infantile, adolescenziale, adulta;

5- I TRE vivono dell’immaginario collettivo;

6- I TRE sono personaggi buoni e gentili;

7- I TRE hanno fatto qualcosa d’importante per l’umanità;

8- I TRE sono stati travisati e estremizzati dall’uomo e dal mondo;

9- I TRE sono single;

10- I TRE mi fanno venire voglia di zucchero filato;

11- I TRE portano dei doni per l’umanità, ognuno a modo suo;

12- I TRE sono irrimediabilmente oggetto continuo di discussioni e dibattiti che, la stragrande maggioranza delle volte, non portano da nessuna parte;

13- I TRE hanno una sfrenata voglia di cambiare il mondo e non sempre ci sono riusciti;

14- I TRE sono antagonisti tra loro, ma è solo una questione di comodo per non far scoprire la loro unica identità;

15- I TRE non sono mai stati visti insieme (e questo è importante);

16- I TRE competono tutti con altri miti diversi tra loro, chi con la Befana, chi con Allah, chi con il mito Americano;

17- I TRE sono morti ma sono ancora vivi;

18- I TRE hanno un che di un mio professore delle medie che non me l’ha mai raccontata giusta;

19- I TRE subiscono le menzogne di alcuni insegnanti di religione, che negano il primo, demonizzano il secondo e complicano il terzo;

20- I TRE, infine, non smetteranno mai di vivere di (e nell’) utopia.

Se riuscite a cogliere altri parallelismi, vi prego ditemelo. Questo è un mio articolo che apparirà sul numero 0 di AggioTaggiO (che uscirà a fine mese, si spera sennò si spara).

9 commenti:

sistren ha detto...

wow...

MonstruM ha detto...

Ebbene si, tutto ritorna nella cospirazione delle aquile di cui parlava la Chiari. E' un tentativo di insabbiare la realtà che è lampante di fronte a noi.

sistren ha detto...

è qualcosa di bellissimo, davvero, m'è piaciuto :)

MonstruM ha detto...

Ma parli del post su Babbo Natale, Marx e Dio?

sistren ha detto...

si..che avevi capito?? :)

MonstruM ha detto...

Non avevo capito!

Pensavo avessi sbagliato blog...:)

Cmq mi fa davvero piacere, grazie.






(mi emoSSiono)

sistren ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
.allienato ha detto...

figata :D

sistren ha detto...

emoSSionati pure :)