martedì, maggio 16, 2006

Atto XVIII


E oggi si parla di me...

Sabato è stato un gran giorno, ma non ho avuto il tempo per raccontarlo. Sono rimasto addirittura a casa di sabato sera. Non succedeva dal 1934.

Sabato ho finito di girare il mio primo cortometraggio, che in realtà è diventato più simile ad un videocorto. e la cosa mi fa immenso piacere poichè l'estetica ed il linguaggio video mi è più congeniale. Sarà per l'attrazione visiva, per l'assenza di spazialità netta, per la capacità di non mostrare ma suscitare. Fatto sta che il video mi affascina tanto quanto il cinema. Per fare un paragone il cinema è l'amore di una vita, il video è un colpo di fulmine, una sbandata, un fulmine. E' come se sentissi il fuoco dentro. E allo stesso tempo un buco vuoto. Non so come spiegare. Ragion per cui vi rimando al sito dello Studio Azzurro, vi farete un'idea di ciò che provo.
Ma stiamo uscendo dall'argomento.
Sabato ho finito di girare e da quel giorno sto passando gran parte della mia vita serale e notturna a montare le immagini. Spero che per fine settimana sia finito almeno il montato. Ci vorrà del tempo per la color correction e per la colonna sonora. Forse per giugno è pronto.

Inoltre.

Sabato ho comprato, con i miei soldi, la mia prima macchina fotografica. L'ho detto solo a Sistren, ma è una cosa che mi riempe di gioia. E' bellissima, è una Yashica fx-3, un po' vecchia ma per me è perfetta. Ho comprato il mio fido rullino in bianco e nero e da questo fine settimana sarà il mio occhio come estensione del corpo il pedinamento e Vertov la luce e il movimento...e il filtro che mi separa i continui e ripetuti suoni ed il piacere dell'aria e del buio.


Oggi deliro. E vabbè, meglio così.

13 commenti:

sistren ha detto...

sarà pure delirio..ma hai scritto qualcosa di molto bello..hai reso l'idea di come ti senti di fronte a quel che ti piace..a ciò che ti affascina :)

MonstruM ha detto...

:D

sistren ha detto...

:)

MonstruM ha detto...

MILANO - Quello dei quadri esposti a Londra non era suo, questo veniva proprio dalle sue vene. L'amore per il sangue del rocker inglese Pete Doherty, 27 anni, si sta allargando pericolosamente. Il tossicomane leader del gruppo dei Babyshambles ed ex fidanzato di Kate Moss ha spruzzato infatti una siringa piena di sangue contro le telecamere di Mtv durante un'intervista della sua band con l'emittente. Il filmato dell'incidente, si trova all'indirizzo Internet mtv.co.uk/overdrive, il sito del programma che realizzava l'intervista, ma la visione non è autorizzata da fuori Regno Unito. Il gesto, compiuto poco dopo che il cantante si era iniettato in vena dell'eroina, ha inorridito l'equipe televisiva, preoccupata di contrarre possibili infezioni e costretta subito a sterilizzare gli apparecchi del valore di migliaia di euro.

LA RABBIA DEI COLLEGHI - Secondo quanto riportato oggi dal tabloid britannico The Sun, l'episodio è avvenuto a Berlino dopo un concerto del gruppo nella capitale tedesca. Inizialmente, Doherty si era rifiutato di partecipare all'intervista con gli altri membri della band. Ma all'improvviso ha cambiato idea e durante le riprese si è unito a loro sedendosi davanti alle telecamere con la siringa in mano. Poi ha preso la mira e ha schizzato il sangue, facendo andare su tutte le furie anche il batterista Adam Ficek e il bassista Drew McConnell. Quest'ultimo si è scusato con Mtv dicendo: «penso che a questo punto l'intervista sia finita. Sono veramente dispiaciuto. È assurdo». McConnell poi si è allontanato imprecando e dando un calcio alla porta.

TRAVESTIMENTO - Il cantante si era presentato sul palco del concerto di Cologna in un'inedita tenuta alfemminile, con reggiseno rosso e abito a fiori.

16 maggio 2006

sistren ha detto...

senza parole.
mamma mia che personaggio..

.allienato ha detto...

Anch'io voglio comprare una nuova macchina fotografica :\

juliet ha detto...

ehhyy... complimenti x il corto... purtroppo nella mia infinita ignoranza non so nemmeno la differenza tra videocorto e corto... cmq... ciao!!!

juli

MonstruM ha detto...

Beh, detto in due parole, e molto sbagliate e sommarie, il corto ha un linguaggio analogo a quello di un film, il video è una fusione di arti e linguaggi (un misto tra pittura, cinema, musica).

Ciauz

Zezzy ha detto...

I miei più sentiti complimenti!

Per chi non ti conoscesse, confermo tutto quello che il prode Monstrum ha detto. Personalmente io non ho assistito alla realizzazione delle scene, ma ho potuto vedere la faccia rossa come un peperone di Grunge (o Rob...) frutto delle scene sotto al sole!!!

Bella Babbà!

Andrea ha detto...

Ciao, sono capitato quì quasi per sbaglio.. però mi piace.. saluti
Andrea

juliet ha detto...

ciao ^_________________^

Nash ha detto...

Quella macchinetta fotografica una volta apparteneva a me. E' stata venduta al padrone di questo blog per la modica cifra di 70 euri quando ne valeva molti di più. Per non contare il fatto che è un pezzo vintage totalmente manuale e tutto in ferro, quindi funziona anche al polo nord con -50 gradi. Daje che ricominciamo con le domeniche dedite alla fotografia!!!
Per quanto riguarda il corto, l'ho visto e devo dire che è molto bello, l'attore principale è un figo e recita da dio, una menzione d'onore va anche al direttore della fotografia che ha reso possibile girare scene alle 6 di pomeriggio come fosse l'alba. Evviva le luci blu!!!

Nash ha detto...

Ahh dimenticavo... 70 euri più una lecca lecca con fischietto che vale più della macchinetta digitale di Max